Una buona idea al momento giusto. E' così che è nata Swissraft.

1982
Presento il mio progetto all'ufficio del turismo di Laax. Il direttore dell'epoca, Franco Palmy, trova l'idea buona. Grazie a lui, la regione dei Grigioni con il Reno diventerà e resta ancor oggi la Mecca del Rafting in Svizzera. Facevo fino a 4 discese per giorno e mia moglie Charlotte stava al volante. 
Più di 1000 persone per la prima stagione con una sola imbarcazione! 

1983
Lancio l'idea di percorrere il Reno fino al mare. Questa promozione coprirà il settore di clienti che interessa i Grigioni. Il successo non si fa aspettare.
Più di 3000 persone!

1984
Investiamo nell'infrastruttura di ricevimento e nel materiale. L'ufficio del turismo di Obergoms nell'Alto vallese mi contatta per aprire una base sul Rodano tra Oberwald e Glurigen. Apriamo anche una base sull'Inn a Scuol nella bassa Engadin.
Più di 8000 persone!

1985
E' un anno di svolta in cui dobbiamo ristrutturare e riflettere su nuovi prodotti. Lanciamo le giornate rafting con pic-nic sulle tre basi.  
Più di 15.000 persone!

1986
Daniel Peyer, direttore di base presso Eurotrek tra il 1984 e il 1985, ci raggiunge. E' un uomo di valore, lo so perché l'ho osservato durante le stagioni precedenti. Una lotta senza pari si profila all'orizzonte contro questa concorrenza unica. Col mio nuovo luogotenente decidiamo di creare una base a Saanen sulla Sarine e la Simme a cavallo tra i Paesi d'Enhaut e l'Oberland Bernese.
Più di 20.000 persone!

1987
Passiamo ad una velocità superiore. Euroraft viene creato con sedi distaccate in Francia  "Franceraft" e in Austria "Austriaraft". Lanciamo per primi in Svizzera le escursioni in mountain bike.
Più di 25.000 persone!

1988
Organizziamo il primo « Grand Prix di Rafting » in Svizzera.
Swissraft rappresenta un'infrastruttura importante che non può vivere con soli 5 mesi di attività all'anno. Dobbiamo quindi produrre tutto l'anno. Daniel Peyer parte in ricognizione in Costa Rica dopo la stagione al Pays d'Enhaut. E' l'anno in cui lanciamo anche "il nuoto in acque vive" o Hydrospeed per primi in Svizzera. 
Più di 35.000 persone!

1989
Le televisioni europee si interessano sempre di più a noi senza che noi le cerchiamo. Giriamo due o tre reportages per anno fino al 1992. Realizziamo anche dei film in 3D per le sale specializzate. 
In questo anno decidiamo di fare il grande salto investendo in Costa Rica con la creazione di la compagnia di rafting «Aventuras Naturales», l'apertura dell'hotel «Fleur de Lys» a San José e la costruzione del rifugio «Le Pacuare Lodge» in piena giungla sui bordi del torrente Pacuare. Daniel Peyer diventa nostro partner per l'operazione rafting e rifugio.
Più di 40.000 persone!

1990-1992
La crescita continua con un ritmo molto più lento per via della concorrenza sempre più feroce. Essendo stato consigliere tecnico per molti anni presso Zodiac e Aris, entrambi fabbricanti di pneumatici, dedico la mia esperienza alla produzione "in casa" dei nostri rafts, prima in Svizzera poi in Francia. Abbiamo il vantaggio di controllare completamente la fabbricazione facendo del "su misura". Questa esperienza ci servirà in seguito per la scelta del materiale e le esigenze che imponiamo al costruttore.

Nel 1990 ho creato il dipartimento aereo con voli in parapendio biposto e in elicottero. Lo stesso anno, Charlotte apre una scuola di equitazione a Trin Mulin. Nel 1991 il dipartimento aereo si arricchisce di una nuova attività, i voli in mongolfiera. Nel 1992 apriamo una scuola di sci. 

In questo periodo siamo il bersaglio delle lobbies di pescatori, cacciatori ed altri integralisti della protezione della natura. Siamo presenti su quasi tutti i torrenti adatti al rafting. Abbiamo successo e questo disturba. Processo dopo processo, guadagneremo infine il diritto di esercitare il nostro mestiere.  
Ci stabilizzeremo attorno alle 100.000 persone in Europa per tutte le nostre attività durante questi due anni. 

1993
La crisi economica comincia a farsi sentire in Svizzera. Decidiamo di separarci dalla base di Goms che non risulta molto redditizia. Quest'anno sarà segnato da un terribile incidente sull'Inn in bassa Engadin. Nove turisti tedeschi che organizzavano una discesa a titolo privato annegano saltando con la propria imbarcazione uno sbarramento vietato alla navigazione. Il dipartimento della navigazione dei Grigioni mi chiede di concepire una segnaletica adeguata sul torrente. Saranno necessari tre anni per rilanciare il rafting nell'Engadin.
Alla ricerca di nuovi siti e nuove attività, scopro un po' per caso le Gole del Viamala. Decido di calarmi nelle sue viscere per scoprire ciò che Madre Natura può offrirci di più spettacolare. Il Canyoning che sta acquisendo titoli in Francia nascerà nei Grigioni durante la primavera 1993. 
28.000 persone in Svizzera!

1994
Anche noi saremo colpiti da una tragedia. Abbiamo il nostro primo incidente nel canyon del Viamala. In nessun momento l'inchiesta metterà in dubbio la competenza delle nostre guide. La stampa, che si è sempre dimostrata gentile con noi, non tenta di spiegare l'inspiegabile. Si tratta del tragico destino di Sylvie (25 anni) che è scivolata laddove non doveva. In due anni, più di 3000 persone avevano preso lo stesso cammino. 
Non potremo mai eliminare totalmente il fattore rischio. Certi fecero un lavoro su se stessi, come me. Altri, forse perché non avevano mai pensato all'eventuale incidente, rinunciarono ad esercitare questa professione dopo il dramma. 
Ci avviciniamo alla soglia critica delle 20.000 persone al di sotto della quale non dobbiamo scendere!

1995
Ingrandiamo il nostro dipartimento aereo aprendo una scuola di volo libero. A causa delle difficoltà legate al controllo regolare dei nostri prodotti all'estero, decidiamo di separarci dalle società Franceraft e Austriaraft.
Più di 21.000 persone!

1996-1997
Siamo sollecitati da uno dei nostri sponsor per creare una base nel Ticino. Le bungy è lanciato in Ticino sul sito della diga di Verzasca grazie all'uscita nel 1995 del film "James Bond 007 Goldeneye" e nel Vallese sul sito di Niouc nelle vicinanze di Sierre. Apriamo inoltre una base a Küblis sulle rive della Landquart.

1998
Si studiano prodotti per l'inverno.
22.000 persone!

1999
Il terribile incidente di canyoning intervenuto il 27 luglio nell'Oberland Bernese mette in pericolo tutte le società svizzere del ramo. Il prodotto "Cani da slitta" viene lanciato durante l'inverno con successo.  
23.000 persone!

2000
In seguito alla modifica naturale del letto della Landquart, decidiamo di chiudere la base di Küblis; il torrente presenta dei pericoli incontrollabili.
22.000 persone!

2001
Apriamo una nuova base a Interlaken per cercare di conquistare una parte della clientela straniera che viene numerosa in questa regione. Dal 2001 Swissraft è la prima compagnia svizzera che possiede il label "Safety in Adventures".
23.000 persone!

2002-2005
Il fatturato cresce regolarmente del 4% annuo. La scuola di equitazione di Charlotte CHézière (cofondatrice di Swissraft) viene integrata nella società.

2006
Un grave incidente interviene il 30 aprile alle 11 durante un addestramento in calesse con un giovane cavallo focoso e provoca l'impensabile. La diagnosi è spietata: Charlotte è tetraplegica e resterà paralizzata dalla testa ai piedi per il resto dei suoi giorni. 

2007
Non si erano fatti i conti con la volontà e la pazienza di Charlotte. Un anno dopo il suo incidente, Charlotte cammina con le stampelle! Si fissa due anni per mettere per sempre in cantina la sua sedia a rotelle. 

2008
La nostra centrale di prenotazione è stata completamente informatizzata e migliorata. Oltrepassiamo i 27.000 clienti. 

PS :
Dimenticavo! Charlotte rimonta a cavallo!

2009
Nonostante tutte le previsioni economiche pessimistiche di cui gli esperti ed i media posseggono i segreti, Swissraft può compiacersi di chiudere il suo anno con un aumento di fatturato. Un grande ringraziamento alla nostra fedele clientela e a tutti quelli che hanno voluto scoprire la nostra società e condividere un'avventura con noi.

2010-2011
Osserviamo una stagnazione delle prenotazioni di canyoning soprattutto in Ticino; in parte questo è dovuto al tempo che non è stato eccezionale durante l'estate 2011. 
Grazie alla clientela svizzera perfettamente informata sulle competenze e la serietà delle imprese che esercitano questo mestiere, in particolare a Interlaken, osserviamo con piacere un netto aumento della frequentazione del rafting sulla Lütschine nell'Oberland Bernese e sulla Vispa nel Vallese.

Ho anche avuto il piacere di condividere con voi tra maggio e ottobre dei voli in parapendio biposto con partenza dal Cimetta. Voli termici di circa un'ora, sorvolando un Lago Maggiore assolutamente indimenticabile, a sentire i racconti dei passeggeri ancora molti mesi dopo la loro esperienza. 
Nostra figlia Sandrine raggiunge la società durante l'inverno 2011-2012 e prende in carica il dipartimento delle prenotazioni.

2012-2013
Creazione di un nuovo sito consacrato esclusivamente al salto all'elastico: un'attività in piena espansione. 
Dopo diverse pratiche presso le autorità Vallesi durate anni, otteniamo le autorizzazioni necessairie per poter navigare sul ramo Souste-Sierre, un percorso sportivo di rafting pieno d'azione, che incanterà i fans del rafting. La domanda invernale per le attività come i cani da slitta, costruzione d'igloo ed altri eventi, ma anche volo biposto in parapendio, volo in mongolfiera e volo in elicottero, continuano a crescere regolarmente. 

 



Visita il sito mobile